Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

CICLISMO: DOPO DOPING E DEPRESSIONE TORNA FOIS, AMICO PANTANI
(ANSA) - LUCCA, 20 NOV - Dopo la squalifica di tre anni per doping, le fratture causate da vari incidenti, la depressione, l' alcol e la cocaina, torna in gruppo Valentino Fois, lo scalatore che Marco Pantani volle alla Mercatone Uno nel 2002. Fois, ieri sera, ha firmato un contratto annuale con la Amore e Vita McDonald's di Ivano Fanini. 'Ho rinunciato ad un ingaggio da 3000 euro al mese offertomi da un club di amatori - ha detto Fois - per poter tornare a correre con i professionisti'.
   La scalatore bergamasco, che mesi fą, a causa di un cocktail di ansiolitici e vino, aveva perso pił volte la luciditą, ha accettato le regole ferree dell' antidoping imposte da Fanini nel suo team e un contratto a rendimento piu' i premi. 'Gli ho detto - ha sottolineato Fanini - che io non gli daro' mai 3000 euro al mese, ma lui ha voluto accettare la scommessa con se stesso e tornare con i professionisti'.
   Fois ha l' entusiasmo del neo professionista. E i guai sembrano alle spalle. 'La cocaina c'e' stata solo in qualche occasione e per la depressione ho trovato un mio equilibrio, anche se, onestamente, mi definisco un border line. Ma non ho mai avuto le crisi che aveva Marco Pantani'.
   Gia', Pantani: 'Da novembre del 2001 al febbraio del 2002 ho vissuto con Marco 24 ore al giorno. Tutto quello che sento dire e vedo scritto mi fa ridere. Io dovrei scrivere un libro sui problemi di Marco negli anni che hanno preceduto la morte (14 febbraio 2004, ndr)'. Ma Fois, 34 anni, un secondo posto al Tour de France giovani a 23 anni, nel 1996 alle spalle di Ullrich, non vuol parlare del passato, dei suoi guai, dell' amicizie chiacchierate con Pippo Inzaghi e Bobo Vieri. Pensa al futuro. 'Sto in bicicletta 3-6 ore al giorno, faccio dai 90 ai 180 km e ho voglia di dimostrare che il mio motore e' ancora buono. Con il ciclismo ho avuto tutto e niente, sono stato 100 e 0. Voglio chiudere senza rimpianti. Non voglio, un giorno dire che se avessi fatto la vita del professionista.... Voglio fare l' ultimo periodo di carriera al 100% - ha detto Fois - se questo vorra' dire arrivare 125/mo avendo dato il massimo, mi ritirero' senza rammarico, ma con la certezza di aver dato tutto. Grazie a Fanini per avermi dato questa opportunita'.
   Gli obiettivi di Fois sono gia' fissati: Settimana Lombarda e Giro d' Abruzzo, in Aprile. 'Voglio subito lasciare il segno'. Intanto lo aspetta Pavel Tonkov, a Cordoba. 'Vado ad allenarmi la' e domenica correro' un circuito a Madrid. Conta poco, ma basta per ricominciare'.


    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page