Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

Era partito per vincere Gasparre. Superati i problemi, la gamba era quella della Settimana Lombarda, quando il giovane talento lodigiano aveva messo tutti in fila. La determinazione e la grinta erano quelli di sempre, quelli che rendono questo atleta un vincente, sempre presente nei momenti cruciali e nelle manifestazioni importanti. Non aveva sbagliato niente Gasparre. Attaccando sin dai primi chilometri, era riuscito a portare via il gruppetto giusto – che poi si è giocato la vittoria – purtroppo, anche quando le gambe girano per il verso giusto, a volte capita che la sfortuna si metta sulla tua strada. E Gasparre domenica al Giro di Toscana sarebbe stato sicuramente sul podio, se la sfortuna non l’avesse fermato quando si decideva la corsa. “Ero partito per ottenere un nuovo successo – spiega Gasparre – sarebbe stato bello vincere sulle strade toscane davanti al mio presidente Ivano Fanini, purtroppo ho dovuto cambiare la ruota posteriore per ben due volte a causa di un problema tecnico proprio nella parte cruciale della gara. Ho perso circa tre minuti dai primi e ho dovuto dire addio ai sogni di vittoria. Dopo di che, ho aiutato i miei compagni Fanelli e Kairelis ma a quel punto i primi erano imprendibili e ci siamo dovuti accontentare di un 13° e 15° posto. Tuttavia adesso cercherò riscatto in Spagna”. Il successo nella 79° edizione del Giro di Toscana è andato allo scalatore Niemiec, talento polacco scoperto e lanciato proprio da Ivano Fanini. “Tutto sommato sono ugualmente felice – esclama il patron di Amore & Vita – McDonald’s – ha vinto un mio corridore, un atleta che ho fatto passare professionista nel mio team nel 2002 e che negli anni trascorsi con noi mi ha dato molte soddisfazioni. Certamente se avesse vinto Gasparre sarebbe stato fantastico, comunque la vittoria di Niemiec mi fa molto piacere”. Archiviata anche questa avventura, Amore & Vita – McDonald’s è partita ieri per la Spagna, dove da oggi sarà impegnata per circa venti giorni prendendo parte a due importantissime gare a tappe, la Vuelta Extrema Dura e la Vuelta Madrid, manifestazioni composte da cinque tappe ciascuna, molto impegnative e selettive. Gli atleti diretti da Roberto Pelliconi sono partiti con la giusta concentrazione per fare bene. Sono stati selezionati gli otto che al momento godono del miglior periodo di forma. Il leader sarà nuovamente l’ex campione europeo Graziano Gasparre, tuttavia il team manager Cristian Fanini si aspetta moltissimo anche da Dainius Kairelis (che troverà in Spagna le condizioni climatiche giuste per il suo massimo rendimento), da Ivan Fanelli e da Tim Jones (anch’egli alla ricerca di riscatto dopo un periodo al di sotto delle aspettative). A completare la formazione e dare man forte a questi corridori ci saranno Simone Guidi e Daniele Di Batte, il finlandese Kimmo Kananen ed il polacco Artur Krol. Questi atleti correranno la Vuelta Extrema Dura, mentre per la Vuelta Madrid il D.S. Pelliconi ha deciso di convocare anche il polacco Jakub Lorek ed il lituano Drasutis Stundzia. Da segnalare che dopo aver visitato il ristorante McDonald’s di Arezzo in occasione del Giro di Toscana, il team farà visita anche a quello di Madrid.

    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page