Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

Dopo la Vuelta Extremadura che ha riportato alle luci della ribalta il barese Ivan Fanelli, continua l’avventura in Spagna per Amore & Vita – McDonald’s. Da domani fino a lunedì 15 maggio, il team di patron Ivano Fanini, tenterà una nuova impresa alla Vuelta Madrid. Questo secondo giro a tappe è sulla carta molto impegnativa, sicuramente di più del precedente, dove oltre alla conquista della prima frazione, gli atleti di patron Fanini, sono sempre entrati nei primi cinque. Sarà quindi una gara più adatta ad uomini come Graziano Gasparre e Tim Jones, i leader del team per questo appuntamento. “Siamo pienamente soddisfatti per come stanno andando le cose – spiega Cristian Fanini – la Vuelta Extremadura ha confermato che i nostri corridori stanno andando veramente forte. Abbiamo vinto la prima tappa, ma abbiamo colto anche due terzi e due quarti posti, rispettivamente con Fanelli e Gasparre, questo dimostra che siamo sempre stati protagonisti. Purtroppo il percorso si è rivelato più facile del previsto, con molti arrivi allo sprint, dove noi, orfani del nostro velocista (fermo per una tendinite al ginocchio), ci siamo dovuti accontentare di piazzamenti che tutto sommato ci appagano molto”. Adesso come sempre si volta pagina e dopo alcuni giorni di meritato riposo gli atleti hanno nuovamente raggiunto la giusta concentrazione e determinazione per dare il massimo in questo nuovo appuntamento. “I ragazzi sono pronti, hanno tutti recuperato benissimo e posso affermare che non torneremo a casa a mani vuote” esclama il d.s. Roberto Pelliconi. “La Vuelta Madrid si deciderà sicuramente nella terza tappa, una frazione durissima con arrivo in quota dopo tre ascese molto impegnative. Noi contiamo di avere un Tim Jones al massimo livello. Nella Extremadura infatti, la sua condizione è cresciuta giorno dopo giorno e adesso il sudafricano dello Zimbabwe è quasi al top. Sono sicuro che in quella frazione lotterà per la vittoria. A parte tutto comunque, mi aspetto un’altra ‘zampata’ sia da parte di Fanelli che di Gasparre. Considerata infatti la loro condizione, sarebbe un peccato se si sentissero appagati” conclude l’ex due volte campione italiano Pelliconi. Prenderanno il via a queste cinque tappe gli stessi atleti impegnati precedentemente alla Vuelta Extremadura, con la sola eccezione del lituano Dainius Kairelis, sostituito dallo svedese Christofer Stevenson che superati i postumi della mononucleosi che lo hanno costretto a stare a riposo per quaranta giorni, sembra di nuovo in grado di pedalare ad ottimi livelli.

    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page