Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

Sensazionale doppietta nella 23ma edizione del Tour de Beauce (Can) per Amore e Vita - McDonald's.
Dopo il secondo posto di Stevenson nella frazione d'apertura ed il fantastico successo di Metlushenko nella seconda tappa, oggi il team diretto da Maurizio Giorgini ha dominato anche la terza giornata, sicuramente la più impegnativa con arrivo in quota a Mont Megantic. Ad ottenere il successo e' stato questa volta il fuoriclasse del mountain bike Miguel Martinez (vincitore in MTB e ciclocross di oltre 400 competizioni). Per il 5 volte campione del mondo ed olimpico - già vincitore quest'anno di due importanti classiche del circuito marathon di mtb come il Sea Otter (USA) e la  France Cup - si tratta del primo successo su strada in carriera da professionista.
Una vittoria tanto cercata in tutti questi anni, sfiorata in più occasioni (tanti i secondi posti, tra i più prestigiosi quello sul Mont Faròn al Giro del Mediterraneo davanti a Boogerd e Bettini), ma purtroppo sempre mancata.
'Finalmente!' Esclama il 32enne scalatore francese, corridore più titolato al mondo attualmente in attività, subito dopo aver tagliato vittorioso il traguardo.
'Forse vi sembrerà esagerato ma credetemi, per me questo e' un sogno che diventa realtà! Una soddisfazione paragonabile al mio primo mondiale o all'oro alle Olimpiadi di Sidney. Ero davvero arrivato ad un passo dallo smettere di correre per sempre. Quattro anni lontani dalle gare sono stati molto difficili. E per un atleta orgoglioso come me, appendere la bici al chiodo senza aver dimostrato il mio valore anche come stradista, sarebbe stata la delusione più grande. Avrei dovuto convivere con questo rimpianto per tutta la vita. Finalmente invece - quando tutto ormai sembrava giunto all'epilogo soprattutto contro la mia volontà - ho incontrato la famiglia Fanini che ha voluto riportarmi in gruppo. A differenza di tutti i team che una volta mi corteggiavano e avrebbero fatto ponti d'oro per avermi (ma che poi mi hanno lasciato solo), loro hanno creduto in me! Non pensavano che fossi finito, proprio come non lo pensavo io.
Mi hanno dato tranquillità e motivazioni, ed oggi, grazie a tutto questo e grazie ai miei compagni, mi sono preso – forse - la più bella soddisfazione sportiva di tutta la mia carriera! Come ho detto, dedico questo mio primo successo su strada ad Ivano e Cristian Fanini, ai miei compagni, agli sponsor McDonald's e Velo Vie ed alla mia famiglia, soprattutto mia moglie ed i miei bambini Lenny ed Andrea che non mi hanno mai abbandonato un attimo e a mio padre vincitore 40 anni fa di due tappe al Tour e della maglia a poix. Adesso sono certo che portò ripetermi presto e vorrei farlo in Europa (magari in Francia). Dopo di che mi concentrerò esclusivamente per i mondiali Marathon di MTB a Villa Bassa. Mi piacerebbe davvero regalare al team Fanini il 13mo titolo Mondiale della sua storia proprio qui in Italia'.
La corsa e' stata in se molto impegnativa e caratterizzata dalla lunga fuga (140 km) dell'altro portacolori di Amore e Vita - McDonald's Phil Cortes.
Il finale e' stato poi un capolavoro, con Stevenson e Nissen che facevano da scudieri ad un irresistibile Martinez fino ai tre km dall'arrivo. Poi proprio nel punto più impegnativo dell'ascesa con tratti al 20 percento il piccolo campione di Nizza attaccava ripetutamente mettendo in mostra tutta la sua classe.
Sul traguardo Martinez giungeva solitario, staccando di alcuni secondi l'ottimo atleta messicano, nonché leader della classifica generale, Colex.
Adesso Martinez e' secondo in classifica ad una manciata di secondi, mentre lo svedese Stevenson secondo fino alla mattina è adesso 11° ad un minuto.
Domani saranno in programma due tappe: una crono individuale di 20km - che probabilmente deciderà definitivamente la classifica del giro - ed un altra semi tappa nel pomeriggio adatta sulla carta alle ruote veloci come Metlushenko.
'Martinez potrà far bene - esclama il d.s. Giorgini - di sicuro se la giocherà ad armi pari con il messicano Colex.
Noi comunque giocheremo il tutto per tutto con Stevenson che è un ottimo specialista delle prove contro il tempo'.
Dopo la crono il team cercherà di fare una buona performance anche nella seconda semi tappa con Yuriy Metlushenko e Graziano Gasparre.

    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page