Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

Ivano Fanini, patron dell’Amore & Vita McDonald’s lancia un appello ad Armstrong

Grazie al suo carisma, ai suoi soldi, al suo entourage, Armstrong è 20 anni avanti a tutti gli altri. Un uomo molto vicino alla poltrona di Governatore del Texas. E’ l’unico che, se lo volesse, potrebbe davvero combattere il doping oltre al il cancro. In fondo anche il doping è un tumore, perché è diffusissimo e mortale.
Purtroppo tutti gli scandali venuti alla luce e quelli che sono ancora in corso, fanno pensare che nel mondo del ciclismo non c’è intenzione di cambiare rotta. E’ giusto che in questi giorni si parli moltissimo di lui e del suo rientro al Giro e probabilmente al Tour. E’ giusto parlare anche della sua Fondazione per il cancro che è il male del secolo, ma non ci scordiamo che anche il mondo del ciclismo va salvato.
Quindi mi appello a lui perché metta altrettanto impegno a combattere ‘quel cancro’ che c’è nel in questo sport. Armstrong avrebbe la forza di realizzare qualsiasi cosa, quindi, adesso che sta rientrando nel suo mondo, a cui peraltro deve molto, considerate le soddisfazioni ed il potere che gli ha dato, spero si renda paladino anche della guerra al doping con delle concrete iniziative a favore dei veri valori dello sport.
Questo appello oltre ad Armstrong vale anche per gli organizzatori, soprattutto a quelli del Giro e Tour, perché molto spesso si sono fatti tanti discorsi, come quelli sulla tolleranza zero al prossimo Giro d’Italia e poi magari alla fine ci ritroveremo nuovamente punto e a capo, con al via atleti che sono stati squalificati o su cui pende ancora l’ombra del doping. Se fosse così vorrebbe dire che lo spettacolo ed il business avrebbero avuto nuovamente il sopravvento sui buoni propositi


    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page