Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

Ormai e' tutto pronto. Il conto alla rovescia scorre inesorabile, poche ore dividono Amore & Vita - McDonald's dal primo appuntamento dell'anno, il Giro della Provincia di Grosseto. Mai come quest'anno c'e' stata tanta trepidazione ma anche speranza. Le nuove maglie nere sono lì, scintillanti, in attesa di essere indossate e che finalmente vi venga attaccato il numero. Le telecamere dello show Intervention sempre accese, riprendono ogni conversazione, ogni sfumatura e catturano ogni minimo dettaglio. L'atmosfera e' difficile da spiegare: c'e' molto entusiasmo, moltissima e' anche l'eccitazione e la consapevolezza che con questo reality/documentary si e' fatto un passo che prima d'ora nessuno mai aveva osato nel mondo delle due ruote.  Tra gli atleti e' palpabile anche un po' di agitazione, lieve, sottile ma tuttavia facile da notare, soprattutto in alcuni elementi: 'non siamo abituati a stare sotto i riflettori - spiega Metlushenko - è così tutto particolare, nuovo. Personalmente sono molto emozionato, soprattutto perché ci tengo a dimostrare a chi non mi ha voluto al via del Costa degli Etruschi, gara che ho vinto due volte, che ha commesso un grave errore. A Grosseto ci saranno alcuni tra i più forti sprinter come Petacchi e Bennati, ed io sono super motivato per questo. Voglio dimostrare di potermela giocare anche contro di loro'. Anche il d.s. Gavazzi sente molto la corsa, vorrebbe che qualcuno dei suoi uomini riuscisse almeno in parte ad emulare le straordinarie performance del figlio Mattia che in questo momento sta letteralmente dominando tutti gli sprint del Giro di Malesia. 'Non sarà facile - spiega - qui ci sono altri avversari, però ci proveremo' conclude in tono pacato ma deciso. Oltre al capitano Metlushenko, i d.s. Gavazzi, Gaggioli e Giorgini hanno selezionato Graziano Gasparre, Volodymyr Starchyk, Philipp Mamos, Jarek Dabrowski, Phil Cortes, Soren Nissen e l'americano Chad Gerlach. Per lui sara' la prima corsa da professionista dal 2002: 'un enormità, lo so - commenta Cristian Fanini - però sono veramente convinto che potrà farcela. Nonostante il lungo periodo di inattività, nel quale e' stato un tossico dipendente, senza tetto ed alcolista, ha dimostrato di essere tutt'altro che finito. Ha un talento fuori dal comune e potenzialità incredibili. Se non lo avessi visto con i miei occhi non avrei mai potuto crederci. Vedrete, Gerlach sarà una straordinaria sorpresa per tutti'. E proprio sabato 14 febbraio sarà l'anniversario della sua riabilitazione grazie al programma Intervention. Un anno esatto dal giorno in cui ha smesso di toccare droga ed alcool entrando in comunità. 'Pensare a dov'era 12 mesi fa e poi vedere dove e' oggi, e' eccezionale, incredibile - aggiunge Fanini - i suoi progressi sono enormi giorno dopo giorno, sia come atleta che come uomo. Adesso vedremo quali altre soddisfazioni saprà regalarci'. Da segnalare che questa mattina prima della partenza per Grosseto, al team ha fatto visita Enrico Polo, responsabile marketing settore ciclismo di Rigoni Di Asiago e Fior di Frutta, nuovi sponsor di Amore & Vita. Polo ha consegnato al team sotto le telecamere del reality i nuovi prodotti biologici per l'alimentazione degli atleti durante questo inizio di stagione. Il programma Intervention sarà presente a Grosseto e riprenderà il team sia in corsa che nel dopo gara. Lo show sarà poi visibile la prossima settimana in tutti gli Stati Uniti sull'emittente AE, mentre in Italia sarà possibile seguirlo su internet.

    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page