Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

Si è chiusa positivamente l’avventura di Amore & Vita – McDonald’s nella 13° edizione del Tour de Slovenie.
Il team diretto da Roberto Pelliconi, Maurizio Giorgini e Pierino Gavazzi, ha colto ottimi piazzamenti proprio col neo acquisto Mattia Gavazzi, velocista bresciano figlio del d.s. Pierino.
“Non potevamo aspettarci da Mattia un esordio migliore di questo” esclama il patron del team, Ivano Fanini.
“In quattro tappe ha colto un sesto ed un secondo posto, dimostrando di essere uno degli sprinter migliori presenti in gruppo. Dico questo senza alcuna esitazione visto che al Tour de Slovenie erano presenti squadre Pro Tour come La Liquigas e la Lampre e nell’ultima frazione Mattia ha preceduto velocisti come il nostro ex porta colori Andrus Aug (già apripista di Cipollini e Petacchi, oggi velocista di punta del team Acqua e Sapone) e Magnus Backsted, vincitore nel 2005 della Parigi – Roubaix.
Inoltre, avrebbe potuto vincere entrambe le frazioni se non fosse ostacolato nello sprint.
Comunque questo è il ciclismo e le volate vanno così. Basta niente per perdere la giusta posizione e compromettere il risultato.
Tuttavia, siamo molto tranquilli e sicuri che questo ragazzo  - a mio avviso superiore in volata al padre Pierino se deciderà di pensare solamente alla bicicletta - riuscirà a regalarci numerose soddisfazioni. Per ottenere questo servirà anche tutto il nostro impegno, quindi, cercheremo di salvaguardare Mattia in ogni modo e quando non sarà impegnato nelle competizioni abiterà con Gasparre presso il nostro ritiro di Villa Fanini, dove verrà seguito giornalmente da mio figlio Cristian e dal d.s. Pelliconi ” conclude il presidente del team.
Oltre agli sprint di Gavazzi, il team si è difeso egregiamente anche con lo scalatore africano Tim Jones che alla vigilia partiva con i gradi di capitano.
Tim è riuscito a piazzarsi nei primi quindici nelle due impegnative frazioni che hanno deciso la classifica finale (vinte entrambe dallo sloveno Nose).
Tuttavia, l’atleta dello Zimbabwe non si è detto soddisfatto delle proprie performance e cercherà subito riscatto in Spagna al giro a tappe Circuit Montanes, dove il team sarà impegnato dal 14 al 20 giugno.
“Usciamo da questo Tour de Slovenie con un ottimo morale – spiega il d.s. Pelliconi – devo ammettere che considerato il Memorial Pantani,  forse ci aspettavamo qualcosa di più da Tim Jones, comunque, lo sloveno Nose era incontenibile. Visto però che il nostro team adesso sarà impegnato su due fronti, ovvero in Spagna al Cicuit Montanes ed in Francia alla Boucle de la Majenne, vorrà dire che tenteremo quanto meno di bissare in Francia il successo del 2005 con Kuchynski. Oltre a Jones che correrà in Spagna, punteremo moltissimo proprio su Gavazzi, impegnato invece in Francia. La gara transalpina infatti prevede almeno due tappe adatte agli sprinter e noi metteremo il team a completa disposizione di Mattia, sicuri che saprà regalarci grandi emozioni”.
Al Circuit Montanes (sette tappe), Amore & Vita – McDonald’s schiererà oltre a Tim Jones, l’ex campione europeo Graziano Gasparre ed il pisano Simone Guidi, i lituani Dainius Kairelis e Drasutis Stundzia ed i polacchi Artur Krol e Jakub Lorek.
Mentre alla Boucle de la Majenne (cinque tappe) la squadra sarà interamente improntata sul suo nuovo velocista, quindi a spalleggiare Gavazzi ci saranno Ivan Fanelli, Kacper Sowinski, Kimmo Kananen e Christopher Stevenson.

    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page