Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

Se il campionato italiano si è concluso con un po’ di amarezza a causa dei mancati risultati che si prospettavano alla vigilia, il team Amore & Vita – McDonald’s ha chiuso comunque in positivo il week end di assegnazione dei titoli nazionali.
Dalla Lituania è arrivato infatti il terzo sigillo della formazione diretta da Pelliconi, Giorgini e Gavazzi, ed è arrivato proprio da uno dei leader del team, il talentuoso ventiseienne, già vincitore nel 2003 del Giro d’Italia dilettanti, Dainius Kairelis.
Un successo di tutto rispetto perché proveniente da una nazione ricca di talenti e dove il ciclismo è senza dubbio lo sport più praticato ed amato.
Questa vittoria comunque non giunge del tutto inaspettata visto che nelle ultime competizioni, il coriaceo atleta di Utena, era sempre riuscito a cogliere risultati soddisfacenti, dimostrando un’ottima condizione atletica.
“Finalmente, dopo una prima parte di stagione piena di piazzamenti nei primi cinque Dainius è riuscito a centrare la sua prima stagionale – commenta il team manager Cristian Fanini e aggiunge – si merita pienamente questa soddisfazione. E’ la prima volta che questo ragazzo indossa in carriera la maglia di campione nazionale, pertanto credo che per lui sia stato un momento molto importante e particolare, proprio come lo è stato per noi, visto che la notizia ci ha riportato il sorriso dopo che le nostre aspettative tricolori si erano spente con la crisi di Gasparre all’ultimo giro del circuito di Gorizia. Inoltre, dalla Svezia ci era giunta la notizia del secondo posto del nostro Christofer Stevenson alle spalle del fenomeno della Francaise de Jeux, Tomas Lovkvist, quindi, non nascondo che se non fosse stato per Kairelis, avremmo chiuso questo week end con molta delusione”.
Sul traguardo posto dopo 200 durissimi chilometri nella città di Ignalina, il portacolori di Amore & Vita – McDonald’s ha superato allo sprint il giovane Ignas Konovalovas ed il “cannibale” delle gran fondo, nonché 3° classificato al Tour de France 2002, Raimondas Rumsas. Adesso il team di Ivano e Cristian Fanini è partito per la Polonia dove, da mercoledì a domenica 2 luglio, sarà impegnato nel Tour Solidarnosch.
Occhi puntati quindi sul campione lituano Kairelis che in questa gara a tappe rifinirà la sua condizione in attesa del Brixia Tour e sugli italiani Gavazzi e Gasparre. Il primo alla caccia di un successo dopo averlo sfiorato all’esordio in casacca Amore & Vita nel Tour de Slovenie, mentre il secondo in cerca riscatto dopo un campionato nazionale corso al di sotto delle proprie potenzialità.

    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page