Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

Amore & Vita – McDonald’s: Starchyk sfiora il successo al GP Prato.
Fanini: «Ottimo lavoro, adesso ci aspetta un grande Mondiale.»
«Abbiamo pagato un po’ di stanchezza. Ancora i ragazzi non avevano pienamente recuperato dal fuso orario. Questa però non è una scusa. Sicuramente poteva andare meglio, ci poteva stare un podio, anche una vittoria. Il nostro d.s. Gaggioli aveva detto a Starchyk di anticipare lo sprint partendo all’ultimo km, perché con uomini veloci come gli azzurri Visconti e Paolini (rispettivamente 1° e 3°) non ci sarebbe stata storia. Purtroppo non è stato possibile. Troppi avevano interessi a vincere, c’era in palio una maglia da titolare al mondiale di domenica, quindi appena il nostro corridore si è mosso tutti gli si sono portati a ruota. Se al via ci fosse stato anche Mamos, sono sicuro che la storia sarebbe stata diversa. Comunque, siamo pienamente soddisfatti, questo quarto posto è da incorniciare, soprattutto perché ottenuto in una grande classica corsa vicino casa nostra e dove al via c’erano atleti importanti, alcuni dei quali domenica saranno protagonisti del Campionato del Mondo di Mendrisio. Ed è proprio in prospettiva di questo appuntamento, il risultato di Starchyk rappresenta molto per il nostro team e conferma anche quanto di buono abbiamo ottenuto la scorsa settimana negli States. Adesso andremo in Svizzera motivati, con la certezza che Starchyk potrà arrivare davanti. Un posto nei primi 20 sembra assolutamente alla sua portata e per noi di Amore & Vita – McDonald’s sarebbe equivalente ad un successo» conclude Cristian Fanini.
Il campione ucraino tuttavia non sarà l’unico porta colori del team in gara domenica nella prova in linea riservata ai professionisti. Ci saranno anche il connazionale Grechyn (caduto ieri nella discesa di Seano a tre giri dalla conclusione, riportando fortunatamente soltanto lievi contusioni ed escoriazioni) ed il polacco Dabrowski (giunto nel 2° gruppo ad appena una decina di secondi dagli undici atleti che si sono giocati il successo).

    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page