Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

FURTO ALL’AMORE & VITA – CONAD: rubate 15 biciclette (poi ritrovate in Austria).

Nel corso della notte passata nel parcheggio dell’AS Hotel di Bergamo sono state rubate dal camion di Amore & Vita – Conad tutte le biciclette da corsa e di scorta, degli atleti che dopo poche ore avrebbero dovuto prendere parte alla 1° tappa della Settimana Lombarda (in questo momento in corso di svolgimento).
Oltre alle bici DYNATEK i criminali avevano rubato anche 28 paia di ruote in carbonio Spinergy.
Un colpo perfetto, tanto che nessuno del personale addetto alla sicurezza dell’AS Hotel si è accorto di niente.
A dare l’allarme è stato il meccanico della squadra che come ogni mattina si è recato al camion per preparare le bici per la gara ed ha scoperto il furto.
Fortunatamente dopo alcune ore, verso le 13:00, la polizia Austriaca ha fermato un furgone nei pressi di Vienna per un controllo di routine e ha trovato per intero la refurtiva.
Il conducente del mezzo è stato subito arrestato e tutt’ora si trova sotto interrogatorio.
Si tratta senz’altro di un organizzazione criminale che stava trasportando le bici e le ruote rubate verso la Slovacchia e la Repubblica Ceca.

“La giornata era partita nel peggiore dei modi – spiega Cristian Fanini – un furto di questa portata avrebbe rappresentato un danno enorme, sicuramente oltre i 100.000 euro di costo.
Per di più non eravamo assicurati contro il furto, nè tantomeno lo era l’Hotel in quella zona specifica dove il nostro camion sostava insieme a quello della Carmioro, Colnago CSF e Corratec.
Quindi oltre al danno anche la beffa. Purtroppo è il secondo furto che subiamo a questa corsa in tre anni (nel 2008 ci vennero rubate 7 bici complete dal garage esterno dell’hotel dove alloggiavamo) e non siamo stati i soli, a dimostrazione che c’era una vera e propria organizzazione che prende di mira i team quando sono alle corse.
Grazie a Dio tutto è finito bene, un controllo di routine si è rivelato determinante.
La Polizia Austriaca ha fermato questo furgone all’apparenza sospetto e dentro sono state ritrovate tutte le nostre bici e le ruote. Voglio ringraziare innanzitutto la Polizia Austriaca per il loro incredibile lavoro, il Ministero degli Interni che si sta adoperando affinché possiamo riavere le nostre bici in tempi brevi, i Carabinieri di Zanica (BG) che subito ci hanno assistito con la massima attenzione.
E ancora, Antonello Mattia di Dynatek ed Enrico Polo di Selle SMP che subito si sono impegnati a trovarci delle biciclette e materiale provvisorio per la tappa di domani, nonché Olivano Locatelli che ci ha prestato le bici del suo team per correre oggi la cronoscalata d’apertura.
Speriamo che questo arresto porti all’individuazione anche degli altri membri di questa “banda”, sicuramente gli stessi che ce le rubarono anche nel 2008 e che poi fecero altrettanto con altri team come Barloworld, Lotto, Hadimec, ecc. nel corso di altre gare”.

    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page