Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

Città del Messico. Si è conclusa ieri la Vuelta MEXICO – TELMEX. Come tutti si aspettavano è stato uno sprint a chiudere la corsa a tappe nordamericana.
Metlushenko doveva essere l’uomo da battere, purtroppo il portacolori di Amore & Vita – CANAD ha reso nuovamente al di sotto di tutte le aspettative e ha chiuso al 6° posto.

I miei compagni hanno fatto un gran lavoro e mi hanno lanciato perfettamente ai meno 400 metri – spiega lo sprinter ucraino subito dopo aver tagliato il traguardo posto nel centro della capitale messicana – purtroppo gli ultimi 100 metri tendevano leggermente a salire e io mi sono letteralmente piantato. E’ stato un mio errore, lo ammetto. Sono partito troppo presto e anche questa volta ho subìto la rimonta di altri atleti che alla fine mi hanno battuto meritatamente. Mi dispiace per il team che continua a credere in me nonostante che, per adesso, la mia sia una stagione molto deludente. E poi mi voglio scusare con i miei compagni che hanno lavorato tutto il giorno per me e io non ho saputo ripagarli”.

Dall’Italia intanto arriva immediato anche il commento del team manager Cristian Fanini:
Devo ammettere che anche in questa occasione, i risultati non sono stati quelli sperati – spiega amareggiato – Metlushenko non riesce a raggiungere i livelli sperati (ovvero quelli delle ultime due stagioni) e questo, considerato che ho bastato tutto il team su di lui, mi sconforta molto. Purtroppo Yurij (come anche atleti del mio team) sta vivendo un momento davvero critico. Nell’anno del Mondiale adatto alle sue caratteristiche sembra che tutto stia andando storto e per lui questa cosa sarà sicuramente molto frustrante. Poi non ci scordiamo che ha perso suo padre all’inizio di Gennaio. La morte di un genitore è sicuramente una cosa devastante, che ti segna profondamente. Presumo che anche questo sia stato determinante nel suo rendimento negativo. Comunque Yurij è un ragazzo forte che ha tutta la nostra stima e incondizionata fiducia, speriamo che riesca a sbloccarsi presto per il bene suo e di tutta la squadra.
Tornando poi al Messico, il resto dei ragazzi hanno fatto comunque del loro meglio.
Non è arrivata la vittoria e nemmeno un podio, lo so, comunque Colex, Borisov, Grechyn Fognini e Sanderson hanno fatto un discreto Giro, rendendosi protagonisti di moltissimi attacchi, fughe e qualche risultato nei primi 10. Mi rendo conto che non è il massimo, perché eravamo partiti con tutt’altro spirito (per vincere), però come ha sottolineato anche il D.S. Giorgini, non c’è stato niente proprio da fare contro un team Rock Racing davvero stellare ‘modello Tour de France’ e adesso è del tutto inutile perdere tempo a recriminare. Dobbiamo rialzarci e lottare al massimo delle nostre forze. Proprio per questo domani, al ritorno dei ragazzi dal Messico, ci riuniremo tutti presso la nostra sede e valuteremo attentamente il da farsi per il futuro. Ripeto, è assolutamente  necessario dare una svolta positiva a questa stagione fino ad oggi - a causa di mille peripezie - avara di risultati ed è necessario farlo subito. Non possiamo e non dobbiamo continuare con questo spirito soprattutto in rispetto ai nostri sponsor
”.

    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page