Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

Amore & Vita – Conad: ecco il 1° successo stagionale.
L'anno scorso Yuriy Metlushenko aveva dato il via al Tour Grodów Piastowskich (POL – UCI 2.1) con una bellissima vittoria, ha ripetuto l'impresa anche in questo 2010, rompendo così un digiuno che da troppo durava per il velocista ucraino leader di Amore & Vita – Conad.

L’abbiamo cercata a lungo – commenta entusiasta Cristian Fanini informato telefonicamente dal D.S. Roberto Gaggioli - ci meritavamo un successo, se lo meritava Yuriy e tutti i membri del team. Ci voleva soprattutto per riportare un armonia e uno spirito vincente al gruppo che in questi primi mesi dell’anno, forse a causa della troppa pressione causata anche dalle mie grandi aspettative, si era decisamente perso. Questa vittoria per noi rappresenta una vera e propria svolta – prosegue il team manager – soprattutto in previsione dei grandi appuntamenti che ci attendono nei prossimi due mesi. Intanto ci godiamo questo memento fiduciosi di poter cogliere almeno un altro successo prima della fine di questo giro”.  


La tappa è stata caratterizzata da un incessante pioggia che ha provocato anche molte cadute, fortunatamente non per i colori di Amore & Vita - Conad. Oltre 160 gli atleti al via, per alcuni dei quali questa corsa rappresenta il più importante obiettivo della prima parte della stagione. Gli atleti polacchi sono infatti molto motivati a fare buone prestazioni, dal momento che questa è la gara più importante e prestigiosa che si disputa in questa nazione dopo il Tour de Pologne.

Nonostante i continui attacchi - per evitare un arrivo allo sprint – i ragazzi diretti da Gaggioli hanno chiuso su tutti e preparato in maniera impeccabile la volata di Metlushenko che questa volta non ha sbagliato niente e grazie allo strepitoso lavoro dei suoi compagni (soprattutto quello dell’australiano Sanderson giunto poi 8°), ha potuto sprintare in maniera perfetta, vincendo nettamente sul campione nazionale polacco Janiszewski (CCC Polsat) e sul tedesco Dirk Muller (Team Nutrixxion).



“Il leone ha dimostrato di saper ruggire ancora!” Scherza il D.S. Gaggioli dopo l’arrivo e aggiunge: “questo successo ci voleva proprio, anche per il morale del sottoscritto. Sono soddisfatto che questa volta tutto sia andato come avevamo programmato. Spero che questo serva da esempio per non commettere più certi errori del passato. Potevano infatti essere almeno 5 le vittorie di Metlushenko quest’anno, anche in Italia. E questo se non avesse iniziato lo sprint ai 400 metri dall’arrivo tirando così la volata agli altri sprinter. Oggi invece, complice anche un rettilineo d’arrivo molto corto, tutto è andato secondo i piani e quando Yuriy è uscito (lanciato perfettamente da Grechyn e Sanderson) non ha più avuto rivali capaci affiancarlo”.


Soddisfatto anche il vincitore, già concentrato all’ultima tappa di domenica: “ringrazio i miei compagni che sono stati per tutta la corsa davvero fantastici, oltre a tutti i membri del mio team e gli sponsor che nonostante tutto hanno avuto pazienza e sempre creduto in me. Sono convinto che da ora in poi ne vedremo delle belle. Io sono pronto e sono determinato, conosco il mio valore e so che posso dare ancora tanto. Intanto indosserò la maglia di leader della classifica generale, una bella soddisfazione ma non credo che tenterò di conservarla, ci sono tappe troppo dure e noi abbiamo un paio di atleti (come Starchyk e Dabrowski) capaci di vincere. Io penso a domenica. L’anno scorso rimasi chiuso agli ultimi 200 metri e dovetti accontentarmi del 4° posto, questa volta la storia sarà decisamente diversa!”.


    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page