Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

RISULTATI POSITIVI PER AMORE & VITA - CONAD DAGLI STATES

Dopo le belle performance di Grechyn e Starchyk nel GP Philadelphia, il team Amore & Vita - Conad ha partecipato lo scorso week-end sulle strade di Washington DC (davanti alla Casa Bianca, Campidoglio e Pentagono) al GP US AIR FORCE Cycling Classic, gara composta da due criterium molto impegnativi, il Claredon Cup (sabato) ed il Crystal City Classic (domenica).
Due appuntamenti importanti per i ragazzi diretti da Gaggioli che tutto sommato hanno portato a casa un risultato soddisfacente. Vladimir Starchyk, Campione Ucraino in carica, e' giunto infatti secondo nella Claredon Cup, battuto soltanto dall'esperto australiano Hilton Clark, portacolori della United Helth Care (nella passata stagione ha corso nel team Pro Tour Fuji-Servetto).
La corsa si è svolta ad una velocità incredibile, proprio come di solito succede in questo tipo di  corse, ed e' stata caratterizzata da una fuga di sei atleti (nella quale faceva parte proprio Starchyk) che alla fine si e' giocata la vittoria allo sprint. Anche 'l'eroe di Philadelphia' Sergy Grechyn - cosi' lo ha battezzato la stampa statunitense dopo la grande performance nella corsa più importante dell'anno in nord America - ha provato nel finale ha riportarsi sulla fuga per così poi da aiutare Starchyk allo sprint, o per farlo lui stesso. Purtroppo per pochi secondi non e' riuscito ad agganciarsi ai fuggitivi e si è dovuto accontentare della settima piazza. Alla fine il Campione Ucraino ha cercato di giocare al massimo le proprie chance (come era già successo alla Burlington Road Race che lo aveva visto ancora una volta arrivare secondo) ma Clarke e' un buon velocista, con un importante background in pista e quindi non e' stato possibile batterlo. Un secondo posto comunque che vale tanto e che dimostra tutto il valore di questo ragazzo.
Meno entusiasmanti invece le performance del giorno seguente al Crystal City Classic.
Sebbene il team fosse partito con l'esclusiva ambizione di vincere con Yuriy Metlushenko (ritirato il giorno precedente a causa di un leggero risentimento ad un ginocchio riportato dopo la caduta nel GP Philadelphia), le cose non sono andate secondo i piani. A vincere è stato l'astro nascente del ciclismo americano, il 21enne velocista  Jake Keough (United Helth Care) che sul traguardo di Washington DC ha superato di misura gli australiani Karl Menzies e Hilton Clark.
Soltanto un ottavo posto per lo sprinter di Amore & Vita - Conad, che subito dopo il traguardo lamentava ancora un dolore al ginocchio.
'Sembra proprio che quest'anno tutto vada storto a Metlushenko - spiega Cristian Fanini dagli Stati Uniti - speriamo che prima o poi la fortuna torni a girare anche per lui. Meno male che ci sono stati due grandi atleti come Strachyk e Grechyn che hanno fatto davvero ottime performance. Starchyk è stato fantastico e Grechyn ha rischiato davvero di vincere il Philadelphia. Quel giorno ha dimostrato - a parte del risultato finale (13 posto) - di essere stato il più forte e che potrà davvero tornare qui per vincere'.
Adesso il team andrà in Canada, dove da domani si correrà il Tour de Beauce, corse a tappe UCI nella quale il team cercherà esclusivamente di riscattarsi dai piazzamenti per tornare in Europa con una vittoria.

    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page