Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

Tutti si aspettavano uno sprint al cardiopalma e così è stato. L'8° edizione del Giro della Provincia di Lucca, organizzata dalla RCS e Gazzetta dello Sport, ha visto al via ben 20 squadre (10 Pro Tour) per un totale di 200 iscritti e si è conclusa, dopo 194 chilometri percorsi ad una media vicina ai 44 km/H, con una tiratissima volata di circa 50 corridori che si sono giocati la vittoria fino all’ultimo metro. Come da pronostico lo sprinter spezzino Alessandro Petacchi non si è lasciato sfuggire quest’ennesima occasione e sul traguardo di Capannori, a soli 1.000 metri dalla sede di Amore & Vita – McDonald’s, il più forte velocista del globo ha preceduto il giovane alfiere della Lampre, Claudio Corioni ed il suo compagno di colori, “l’eterno” Erik Zabel. Questa doveva essere una giornata importante anche per il team di casa Amore & Vita – McDonald’s che alla vigilia per voce del suo team manager Cristian Fanini aveva promesso spettacolo. In effetti lo show non ha tardato ad arrivare, infatti, dopo pochissimi chilometri dal via gli uomini di Amore & Vita – McDonald’s si rendevano protagonisti di numerosi allunghi e contrattacchi. Il primo ad aprire le ostilità è stato lo svedese Stevenson, poi è stata la volta dell’ex campione europeo Gasparre e del vincitore del Giro Baby Dainius Kairelis ed infine, è stata la volta del passista scalatore polacco Artur Krol. Questo ragazzo di ventidue anni, al suo primo anno nella massima categoria, è scattato al chilometro 60, caratterizzando la fuga protagonista di giornata. Raggiunto dopo qualche chilometro di azione solitaria da altri due atleti, il portacolori di Amore & Vita - McDonald’s è riuscito a rimanere (assieme ai compagni di fuga) al comando della gara per ben 126 chilometri con un vantaggio massimo di 4’.45”. L’azione mossa dall’alfiere diretto da Roberto Pelliconi ha suscitato l’interesse di tutti media al seguito. Krol è stato inquadrato ripetutamente dalle numerose tv presenti al seguito, tra le quali Rai Sport. I telecronisti di queste emittenti che non hanno mancato di elogiare il grande gesto atletico del giovanissimo e coraggioso corridore e di nominare più volte il nome del team Amore & Vita – McDonald’s. Da vero protagonista di giornata Krol passava per primo sia sul primo gran premio della montagna, posto sulla storica ascesa del Monte Pitoro che su quello posto a soli 30 km dal traguardo in località Montecarlo di Lucca, facendo letteralmente impazzire i numerosi tifosi presenti sul percorso e i due “speciali supporter” presenti sull’ammiraglia del team, ovvero Pino Iacopelli, titolare del ristorante McDonald’s di Lucca, e Vincenzo Galiano, titolare di quello di Pistoia. La fuga di Krol e degli altri due corridori terminava a soli 12 km dal traguardo, proprio quando ci si apprestava a compiere l’ultima tornata del circuito di Capannori. Lo sprint, lanciato a più di 80 km, non lasciava scampo all’immaginazione e regalava a Petacchi il sesto sigillo stagionale, mentre tutti i dieci atleti di Amore & Vita - McDonald’s riuscivano concludere la gara nel primo gruppo ed a cogliere due ottimi piazzamenti nei primi venti con Ivan Fanelli e Graziano Gasparre, rispettivamente dodicesimo e diciassettesimo, questo nonostante la squadra si sia dovuta fermare a meno 5 km dal traguardo per aspettare il velocista Artur Krzreszowiec vittima di una foratura. Il team rientrava prontamente sui primi, tuttavia, il velocista di Amore & Vita – McDonald’s rimaneva leggermente attardato a causa di una sbandata nell’ultima curva posta a 400 metri dalla linea del traguardo e non poteva esprimere tutta la sua potenza. A prescindere dai piazzamenti ottenuti, Amore & Vita – McDonald’s è stata per tutti la vera protagonista del Giro della Provincia di Lucca. Adesso si guarda avanti con grande ottimismo, la squadra ha dimostrato di essere competitiva tra le più forti al mondo e di migliorare sensibilmente corsa dopo corsa. Gli impegni futuri sono moltissimi e tutti di grande prestigio, tuttavia, il team cercherà di cogliere il massimo risultato alla Settimana Ciclistica Coppi e Bartali, una delle gare a tappe più importanti in Italia dopo il Giro e la Tirreno Adriatico.

    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page