Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

Si è conclusa questa notte a Los Angeles la 3°e penultima prova di Coppa del Mondo 2007 su pista. Una prova dal sapore amaro per il neo acquisto di Amore & Vita – McDonald’s Ivan Kovalev.
Il ventenne russo infatti, dopo essersi imposto nella sua disciplina (lo Scratch) al precedente meeting svoltosi a Mosca alcune settimane fa, era dato da tutti come grande favorito anche per questo nuovo appuntamento a stelle e strisce.
Purtroppo però, a causa della burocrazia tra due paesi da sempre in conflitto nonostante i tempi, ad Ivan Kovalev non è stato rilasciato il visto di entrata negli Stati Uniti da parte dell’Ambasciata americana. Pertanto, niente America per il moscovita e nessuna gara da disputare.
A lui non rimane altro che un’immensa delusione per un importantissima occasione sfumata a causa di un semplice visto.
“Kovalev è l’indiscusso numero uno al mondo nella sua disciplina. Nonostante la rabbia che nutre in questo momento per non aver avuto la possibilità di essere nuovamente protagonista, è  - come noi - consapevole di essere tutt’oggi il principale candidato alla vittoria nella classifica finale di questa Coppa del Mondo 2007” spiega il general manager Cristian Fanini.
La gara di Los Angeles avrebbe con tutta probabilità garantito al giovane fuoriclasse - scoperto proprio al Tour du Maroc (ultima corsa del calendario 2006) da Roberto Pelliconi e Cristian Fanini - non solo la vittoria nella singola manifestazione ma anche quella della classifica generale.
Infatti, sarebbe bastato arrivare davanti al talentuoso corridore bielorusso Vasyil Kiryenka (attualmente al comando della classifica generale) per assicurarsi definitivamente la vittoria finale.
“Se con Los Angeles questo traguardo sarebbe stato veramente ad un passo, oggi a causa di questo ‘disguido’ le cose si complicano un po’ – continua il D.S. Pelliconi - tuttavia, non vogliamo polemizzare, perché d’altronde è noto a tutti che politicamente tra Russia ed America ci siano ancora alcuni attriti. Per noi comunque finisce qui e non siamo preoccupati più di tanto, perché la consapevolezza del valore e del potenziale di questo ragazzo ci permette di stare più che tranquilli. Voltiamo pagina, e pensiamo già con estremo ottimismo al prossimo appuntamento con la Coppa del Mondo, quello in programma a Manchester (ENG)  dal 23 al 25 Febbraio. Dopo di che, dal 29 Marzo al 1 Aprile ci saranno i Mondiali in Spagna, a Palma di Maiorca, dove contiamo di conquistare proprio con Kovalev il 13° titolo mondiale della storia del team ”.
Ivan Kovalev arriverà in Italia, insieme all’altro atleta russo del team Alexei Bauer, sabato prossimo per effettuare l’ultimo training camp meeting che si svolgerà a Lido di Camaiore fino al 9 di Febbraio. Da segnalare che oltre ai 16 atleti del team, sarà presente al ritiro per un importante stage anche il giovane talento canadese, Phil Cortes, il cui inserimento nell’organico del team è stato caldeggiato vivamente dal Presidente di McDonald’s Canada in persona, il Dr Luie Mele.
Per Cortes, che attualmente veste i colori di una formazione dilettantistica canadese ed è considerato uno dei più forti e promettenti atleti del suo paese, questa  sarà una grande  occasione per confermare quanto di positivo sul suo conto si sente nell’ambiente delle due ruote e dimostrare tutto il suo valore nel mondo del ciclismo professionistico.

    TORNA ALL'ARCHIVIO NEWS
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page